mercoledì 24 dicembre 2014

Mai giudicare dalle apparenze

E' un concetto valido sia nella vita privata che sul lavoro.
E' qualcosa che si applica a clienti, fornitori, collaboratori e quant'altro.

Un amico austriaco mi ha mandato questo video e mi faceva piacere condividerlo con voi.
Ci "sentiamo" dopo Natale !

video

Buone Feste !

domenica 21 dicembre 2014

Navigare controcorrente

In questo periodo tutti noi riceviamo mail del tipo:
Buone feste, siamo chiusi dal 20 dicembre al 7 gennaio compresi e cose simili.
I migliori sono quelli che dicono:
l'ultimo giorno di ricezione ordini è il 15 dicembre, l'ultima spedizione verrà effettuata il giorno 17 dicembre ecc ecc.

Quando leggo queste mail, alcune più formali ed altre più gentili mi chiedo se le aziende lavorano per i Clienti o per altro.  Mi spiego: venerdì ci chiama un grosso cliente che ha bisogno urgentemente di un materiale particolare per effettuare una lavorazione tra Natale e Capodanno e spedirla all'inizio dell'anno.
Cosa pensate che gli abbiamo detto ?
Certo che si ! E domani verrà a ritirarsi il suo materiale.  Mettiamo in chiaro: non lo facciamo per il fatturato (o meglio non lo facciamo solo per quello), ma lo facciamo perchè è illusorio pensare che Agosto e Dicembre siano mesi "morti" quando il resto del mondo lavora e produce anche durante questi mesi.
Quindi...anche in questo noi navighiamo controcorrente, e devo dire che i risultati ci danno ragione, grazie !


Buon Natale da qualcuno che adora nuotare controcorrente !

domenica 30 novembre 2014

Tagliare tondi e anelli

Sempre più spesso ci chiedono di tagliare dichi che non sono ottenibili da tondi, tagliando "fette di salame".
Vi faccio alcuni esempi:
  • Disco in POM diametro 600 e spessore 60: i tondi in POM arrivano ad un diametro massimo di 500
  • Anello in PE 1000 diametro estermo 650 e interno 600 per altezza 100 mm: non esistono tubi in PE, perlomeno non di questa dimensione.
Queste richieste ci hanno fatto pensare e...abbiamo fatto fare un "compasso"
Cosa significa: tagliamo un quadro della dimensione necessaria e abbiamo una macchina che può tagliare un disco o un anello, in tempi ragionevoli e soprattutto permettendoci di fare anche dischi di diametri strani, come per esempio 427 esterno e 384 interno, su qualsiasi materiale fino a spessore massimo 100 mm.
Prossimamente vi darò qualche elemento in più su questa macchina "fadischi"


domenica 9 novembre 2014

Delrin o Nylon

Spesso mi viene detto che c'è bisogno di un materiale per fare un qualche lavoro.
Materiali tra i più noti sono il POM e la PA.
Molto più spesso sono noti agli utilizzatori come Delrin e Nylon.
In realtà questi due sono nomi di una azienda, la Du Pont, che ha inventato anche un altro nome ben noto: il Teflon !
Vediamo qualche differenza fondamentale:
 

Quindi, come vedete, non sempre si può usare uno dei materiali per l'altro.
Volete maggiori dettagli ? Siamo a disposizione a semilavorati@politecnici.com.
Buon lavoro !
In ogni caso presto faremo una newsletter su questo argomento in dettaglio








































sabato 25 ottobre 2014

Un'offerta "trasparente"

Non pensavo, ma i materiali trasparento sono in realtà una realtà potenzialmente interessante.



Non pensavo fossero interessanti per il semplice motivo che pensavo fossero un mercato abbastanza "maturo".
Invece mi sbagliavo.
Per fare un esempio pratico: chi ha comprato questa pensilina lo ha fatto presso un fornitore senza troppi scrupoli, che gli ha fornito una copertura trasparente in PVC trasparente, sicuramente economico, ma sicuramente non adatto a resistere a lungo agli agenti atmosferici.
Morale,ci viene chiesto un aiuto e in effetti la differenza tra la dimensione della pensilina (800x1200) e la lastra standard (2050x3050) è molto considerevole.  Morale, abbiamo cominciato quasi per scherzo e adesso abbiamo definito a sistema lastre in Policarbonato, in PMMA, barre tonde e manicotti, così da poter lavorare bene anche con questi materiali.
Buon lavoro !



domenica 28 settembre 2014

La componente ecologica del nostro lavoro

Ebbene si, magari anche facendo innorridire qualche ecologista di vecchia scuola, vorrei farvi capire come mai il nostro lavoro ha una componente ecologica:
  • Noi forniamo materiali che in generale vanno a sostituire materiali più pesanti e costosi anche nella manutenzione,
  • Noi forniamo solo il materiale che serve,
  • Spediamo i materiali tramite corriere,
  • Facciamo riciclare i nostri scarti.
Utilizzare i nostri materiali significa normalmente creare linee di produzione che durano più a lungo, consumano meno energia, e significa anche non usare lubrificanti, che sono parecchio inquinanti.
Fornire solo il materiale che serve significa non tenersi in casa pezzi inutilizzati e anche risparmiare su trasporto e movimentazione.
Utilizzare corrieri significa inquinare meno ed essere più efficienti, inoltre il fatto di fornire solo il materiale che serve significa ridurre costi ed inquinamenti connessi al trasporto della merce.
Per finire, riusciamo a far riutilizzare i nostri scarti all'interno di processi produttivi che richiedono materie plastiche miste, come nell'industria dei bitumi e delle impermeabilizzazioni.
Insomma, non male per una azienda che fa "plastica", che spesso viene erroneamente identificata con l'inquinamento.

Se siete interessati, abbiamo anche fatto simulazioni per dimostrare quale è la quantità di CO2 che noi risparmiamo all'ambiente.
Alla prossima !

domenica 21 settembre 2014

I migliori complimenti

Settimana scorsa riceviamo un ordine di pezzi tagliati alle 11:30, e fino a qui nulla di particolare.
Alle ore 13:45 l'ordine è stato messo in lavorazione, ed era pronto 13 minuti dopo.

Quindi, visto che andava via con GLS e da noi GLS passa verso le 16 - 16:30, è stato messo in spedizione.
Appena aggiunto il codice di tracking alla bolla, è partito un messaggi che informa il cliente sulla spedizione effettuata e sul tracking.
Poco dopo, arriva la risposta del cliente che chiede se quella spedizione fosse davvero l'ordine fatto in mattinata.
Alla nostra risposta positiva, il ciente ha risposto: "caspita, ma come siete veloci !".

E francamente queste cose fanno piacere, oltre che confermare il nostro modello di business.

E il cliente ? il giorno dopo alle ore 10:30 ha ricevuto la merce, 23 ore dopo l'ordine, non male, vero ?

domenica 14 settembre 2014

Logistica e velocità

Come ho spiegato qualche volta, noi riusciamo a fare quello che facciamo anche perchè riusciamo a trattare un ordine che arriva entro le 12 e spedirlo nella giornata stessa.
Internamente abbiamo messo a punto sistemi che ci permettono di essere veramente veloci, ma ci occupiamo anche di altri apsetti:
  • Quanto sono veloci i nostri trasportatori dopo che hanno ritirato la merce ?
  • Come facciamo a tenere informati i nostri clienti su dove si trova la nostra spedizione ?
Per soddisfare il primo punto teniamo sotto controllo i tempi di partenza ed arrivo dei trasportatori che utilizziamo, ed usiamo nostre statistiche interne per decidere quale trasportatore usare in funzione del peso, del volume, della provincia di destinazione ecc.
Per soddisfare il secondo abbiamo messo a punto un sistema veramente carino che spedisce autonomamente un messaggio con il numero di traking ai nostri clienti, e vedo che questo sistema ci fa anche risparmiare tempo evitando telefonate di gente che ci chiede dove è la merce.

In realtà è sufficiente mettersi nei panni dei nostri clienti per fare cose belle, utili ed innovative, ma quante volte ce ne dimentichiamo ??
Alla prossima !

sabato 23 agosto 2014

Trasporti "estivi"

Anche quest'anno siamo rimasti aperti ad Agosto.
Come anche l'anno scorso, ne è valsa la pena.
Cero che se poi si prepara la roba ma i trasportatori non partono è un bel problema...


Proprio per questo abbiamo selezionato alcune compagnie di trasporto che funzionassero anche ad Agosto.
Ne abbiamo scelta una per i trasporti leggeri ed urgenti, ed una per i bancali non troppo urgenti.
Morale, tranne in un caso (che settimana prossima chiariremo), la resa è stata di 24/48 ore, quindi in linea con i soliti trasporti.
Non male: servizio e qualità !!
Buon rientro dalle vacanze.

domenica 3 agosto 2014

Vacanze estive

Anche quest'anno Politecnici resterà operativa ad Agosto.
Perchè ?
Per diversi motivi: parecchi nostri clienti restano aperti ad Agosto, ed hanno bisogno di materiale, inoltre Agosto è il mese migliore che esiste per sistemare alcune cose sui dati dei server, che vanno attualizzati implementando alcune migliorie, che fino ad ora abbiamo testato nell'ambiente di prova.
Sicuramente chi lavora da Politecnici si farà due settimane con un po' di rotazione, ma noi saremo conmunque operativi, anche se a regime ridotto.
Fedeli al motto "lavoriamo per chi lavora" saremo gli unici in Italia a poter processare ordini, organizzare spedizioni e tagliare pezzi a misura anche ad Agosto (perlomeno per quanto riguarda i semilavorati plastici).  E non è poco.
Se guardassimo i risultati che stiamo ottenendo non sarebbe certo necessario, pensate che solo in Luglio abbiamo fatturato circa il 30% in più rispetto alla somma di Luglio ed Agosto 2013, ed erano stati mesi ottimi, in ogni caso ci saremo !
Durante il mese di agosto vi aggiornerò anche sull'algoritmo di selezione sfridi, che è un vero piacere da svilupare.
A presto !

domenica 20 luglio 2014

costi di trasporto e altre operazioni di logistica automatizzate

Un po' di tempo fa avevo già parlato del sistema per la gestione dei trasporti:
Ho realizzato un sistema in excel che in funzione della dimensione e del peso della spedizione, della provincia di destinazione e del tempo di trasporto desiderato è in grado di selezionare il miglior trasportatore.
Adesso abbiamo fatto un deciso passo avanti:
  • Abbiamo caricato a sistema tutti i listini dei trasportatori con cui lavoriamo
  • In fase di preventivo siamo in grado di dire al cliente quanto viene a costare il trasporto con le diverse possibilità di servizio.
  • Se il cliente conferma l'ordine (come accade in più del 60% dei casi), alla conferma il sistema fa la chiamata al trasportatore, inviando un email con all'interno peso e dimensione del pacco.
  • Quando il trasportatore ritira il pacco, viene inviato un email al cliente che lo informa sullo stato della spedizione.
Perchè facciamo tutto questo ? Semplicemente perchè noi sappiamo come ci si sente quando i nostri fornitori non ci informano sullo stato delle nostre spedizioni, e sppiamo come fare a rendere anche questo piccolo aspetto come qualcosa di piacevole....

martedì 15 luglio 2014

Potere di Internet

Di questi tempi parecchie aziende si propongono per cercare di venderci servizi come "aumenta la tua visibilità sul web", "aggresci il tuo ranking google" e cose simili.
Guardate l'immagine qui sotto: è semplicemente una ricerca fatta da Google per la keyword "semilavorati plastici":


Noi veniamo fuori 4 volte nella prima pagina (le cose possono essere diverse in regioni diverse), e siamo posizionati davanti ad aziende estremamente blasonate e storiche (o che ormai hanno fatto la loro storia...)
Alcuni commenti: i link sponsorizzati non servono a molto, anzi sono negativi per il ranking di google.
Ma voi potrete anche dire che internet non vi interessa, il punto è che quando chiunque si aggira in un terreno non conosciuto per prima cosa cerca su google.
Se vi trova, e se voi date risposte corrette e veloci...il gioco è fatto: avete un nuovo cliente.
Quanto abbiamo pagato per arrivare così in alto nel ranking ?  Nulla di nulla, tutto fatto "in casa". Se volete avere qualche indicazione, potete contattarmi e ve lo dirò, ma solo privatamente.
Alla prossima !

domenica 6 luglio 2014

Analisi e controllo

Come sapete se avete letto alcune pagine di questo Blog, le cose vanno decisamente bene.
Il 3 luglio, il giorno del mio 45mo compleanno, Politecnici mi ha fatto un bel regalo in termini di generazione di valore.
Comunque, quando si crea un'aziena è importante tenerne sotto controllo lo sviluppo.
In anni di lavoro per diverse multinazionali mi sono trovato a vedere analisi anche parecchio complesse, io ho deciso di tenere sotto controllo fondamentalmente due dimensioni, ossia la dimensione dei clienti e quella dei prodotti.
Per farlo abbiamo categorizzato i 17900 prodotti che abbiamo in 16 categorie, e gli 880 clienti in 8 gruppi.
Dopo avere fatto ciò, teniamo sotto controllo il fatturato, i margini ed i kg movimentati per ogni incrocio della matrice prodotti/tipologia cliente, con un riassunto per righe e colonne.

Ovviamente per ogni punto teniamo sotto controllo lo sviluppo e la tendenza.
Inoltre altri parametri che per me sono molto importanto sono:
  • Il numero ed il valore delle offerte effettuate.
  • La percentuale sul numero e sul valore di offerte che diventano ordini
  • La crescita nel numero dei clienti.
  • Le quantità movimentate.
  • Il valore medio della fattura.
Tenendo sotto controllo questi valori si ha sempre una chiara idea di come le cose stanno sviluppandosi.
In ogni caso...noi stiamo crescendo molto, molto bene rispetto al già ottimo 2013.
Vi terrò informati !

domenica 22 giugno 2014

Vacanza e piacevoli sorprese

Anche quest'anno terremo aperto ad Agosto, dopo l'esperienza positiva dell'anno scorso.
Mi spiego: chi deve lavorare ha bisogno soprattutto ad Agosto di ricevere servizio, e noi con il nostro magazzino e la nostra velocità siamo in grado di farlo al meglio.


In ogni caso volevo prendermi una settimana di "libertà" e per evitare di passare la mia settimana al telefono, ho lasciato il mio numero ufficiale in azienda, e ne ho portato con me un'altro.
Da Politecnici le cose sono andate avanti al meglio: le offerte sono state fatte con la consueta velocità, le conferme d'ordine e di spedizione sono uscite, e la produzione è andata avanti bene, perlomeno mi sembra.
Questo conferma secondo me che nessuno di noi è indispensabile, anche se tutti siamo importanti.
Spesso gli imprenditori pensano di essere fondamentali per il proprio business, invece il lavoro di qualsiasi imprenditore dovrebbe essere secondo me quello di rendersi inutile alle attività di tutti i giorni, per potersi concentrare su cose veramente importanti, come i nuovi clienti e l'innovazione, che spesso vanno di pari passo.
In ogni caso settimana prossima si ritorna in pista !

domenica 15 giugno 2014

Non esiste nulla come fare le cose per imparare

Settimana scorsa chi si occupa dei tagli era (giustamente) in vacanza.
Quindi, visto che la struttura di Politecnici è assolutamente ridotta all'osso...me ne sono occupato io.
Beh, a parte il fatto che mi sono divertito (e un po' stancato...ma ci voleva !), penso di avere imparato parecchio.
Mi spiego: non c'è nulla come fare le cose in prima persona per comprendere cosa si possa migliorare.
Mi è venuto in mente che probabilmente è necessario prendere un secondo aspiratore, inltre serve assolutamente un carrello della spesa per muovere in firo le barre di 1 mt, dopo il taglio da barra da 3 o barra da 2.

Inoltre si riesce ad apprezzare ancora di più il lavoro di altre persone.
Dopo tutto questo settimana prossima vado in vacanza io (anche perchè ho intenzione di tenere aperto in Agosto, anche se a ranghi ridotti).
Non mi porterò nemmeno dietro il telefono, vedremo cosa succederà !!
Comunque ormai so che la azienda è in grado di camminare da sola, almeno per una settimana, senza problemi, e lo verificheremo settimana prossima.

A presto, dopo le vacanze !

domenica 8 giugno 2014

Stampante 3D

Dovevamo realizzare un particolare con una stampante 3D.
Il pezzo è abbastanza complesso, ed è un misto di lavorazione da tornio e da fresa.
In disegno approssimativo è qui sotto:



E' un pezzo che in realtà in seguito verrà fatto con stampaggio ad iniezione, ma che per ora facciamo per lavorazione meccanica o per stampaggio 3D.
Morale:
con la stampante si impiegano circa 22 minuti di utilizzo di una macchina che costa circa 10.000 € e che deve solo ricevere un file per cominciare a lavorare, mentre con l'asportazione di truciolo si utilizza per 12 minuti una macchina che vale circa 300.000 €, che funziona solo se assistita da operatore, e che è molto più complessa da comandare.

Che sia ormai giunto il tempo delle stampanti per le piccole serie, a patto che:
- I materiali utilizzabili siano i più diversi
- La precisione raggiungibile sia molto elevata
- Si trovi un modo per compattare al meglio i materiali

Mi sa che sono soldi spesi bene...
A presto

domenica 4 maggio 2014

Carico sfridi e nuova forza in aiuto

Ciao a tutti,
venerdì sera stavo parlando con un amico (anche cliente e fornitore...) in merito agli sfridi.
Sapete quale è il costo di uno sfrido ? In realtà sono due:
  • Il costo della generazione dello sfrido risultante se sto lavorando da una lastra "nuova"
  • Il costo opportunità di liberarsi dello sfrido se sto lavorando da sfrido
Ragionando in questo modo, e mettendoci i dovuti automatismi, gli sfridi diventano una fenomenale opportunità, e non un costo...so che è abbastanza difficile da capire, in realtà è un principio semplice e lo spiego volentieri a chiunque voglia contattarmi !

Inoltre, un'altra bella notizia: da settimana scorsa ci aiuta un'altra persona: Linda, lei si occuperà del lavoro al telefono, di base lavorando con clientoteca, e presto avremo novità anche su questa nuova società.

A presto !

domenica 27 aprile 2014

Troppo tempo...

E' un sacco che non mi mettevo qui a scrivere.
Nel frattempo parecchie cose sono successe, sia per quanto riguarda i nuovi clienti che sono entrati, sia per quanto riguarda il personale interno.
Mi trovavo recemente a pensare a quanto sia importante avere sempre in mente i ruoli e le attività, e sapere cosa succede se qualche posizione deve essere cambiata.

Una azienda non è fatta di macchinari, ma di persone.
La cosa difficile è riuscire ad avere contemporaneamente e sempre la possibilità di sostituire una persona senza far cadere il castello di carte che si sta costruendo.

Ad onor del vero bisogna anche dire che questo compito è relativamente facile adesso, considerando purtroppo la grande abbondanza di gente che è in giro a cercare un lavoro.

In ogni caso, settimana prossima ci sarà veramente tanto da fare e la settimana è necessariamente corta...ma ci riusciremo !

sabato 29 marzo 2014

Training per l'Ordine degli Ingegneri di Verona

Vi ricordate che qualche settiana fa ho raccontato che avremmo fatto un training organizzato da Turres per l'ordine degli Ingegneri di Verona ?
Da qualche tempo gli Ingegneri per mantenere l'iscrizione all'ordine devono dimostrare di avere frequentato un certo numero di corsi di aggiornamento all'anno. In quest'ottica abbiamo organizzato un corso di aggiornamento sulle materie plastiche con l'ordine di Verona.
I partecipanti erano principalmente coinvolti nell'edilizia, pertanto progettisti avvezzi a ferro, cemento, al limite legno, ma non tanto ai polimeri.
Morale, abbiamo organizzato un programma all'inizio "soft", che cresceva mano a mano che il corso procedeva.
Ecco quello che abbiamo presentato:



Il risultato è stato fantastico, sia in termini di attenzione che di domande e alla verifica finale i partecipanti hanno dimostrato che avevano veramente imparato qualcosa.
Devo dire che anche per me personalmente è stata una bella soddisfazione: tutti mi hanno dimostrato gratitudine ed interesse, anche se io sono molto lontano da essere un "professore".
Per tanta gente impiegare una giornata in una attività del genere sarebbe percepito come una perdita di tempo, per me assolutamente no: dobbiamo fare tutti qualcosa per i prodotti in cui lavoriamo, e fare qualcosa per rendere il mercato più maturo, non solo per portare via qulcosa ad un concorrente. Questa è Politecnici - lavoriamo per chi lavora !

domenica 23 marzo 2014

Scegliere lo sfrido più adatto

Mano a mano che si procede, si ottimizza....
Se dovete fare 2 pezzi di poniamo PE 500 verde, dimensioni 60x130x130, quale sfrido scegliete ?
Facciamo un esempio pratico: avete a disposizione:
un pezzo 70x490x530 di PE 500 verde
un pezzo 60x150x3050 di PE 1000 verde
una lstra intera 60x1220x3000 di PE 500 verde
un pezzo 90x200x700 di PE 500 verde
Quale scegliete ?
Sembra una domanda semplice, e nella grande maggioranza dei casi viene fatto automaticamente, ma quali sono i fattori che governano la scelta di un pezzo piuttosto che un altro ?
Noi stiamo mettendo in piedi un sistema che valorizza ogni singolo pezzo ed i costi che si generano per trasformarlo in un'altra dimensione.
Quali sono i fattori ?
- Ho pezzi che possano "contenere" quello che mi serve ?
- Quale è la valorizzazione dello sfrido rispetto alla lastra intera ?
- Quali sono i costi che genera la piallatura (fissi e variabili)
- Quali sono i costi che genera la sezionatrice (fissi e variabile)
- Quale è la probabilità di riutilizzare gli sfridi che rimangono ?
Mettendo tutti questi dati in un software abbastanza complicato, la risposta è il costo di ogni singolo pezzo, e ovviamente si parte dal pezzo a costo minore per salire...
Tra poco anche in questo aspetto potremo dare un valido aiuto a chi lavora in magazzino, in modo da cercare di massimizzare la velocità di scelta e minimizzare i costi !
A presto

domenica 2 marzo 2014

Politecnici e i profili in materiale plastico

Un po' di cultura delle materie plastiche

Nelle varie visite che organizziamo tutte le settimane, siamo finiti in una azienda che fa torri strallate per telecomunicazioni.
In passato si erano trovati a cercare materie plastiche per scivolamenti (ed ovviamente il nostro database lo "sapeva"), sta di fatto che c'è stato un incontro altamente positivo ed interessante, che ha portato all'idea di organizzare un corso sulle materie plastiche per l'ordine degli ingegneri di Verona.
Detto fatto, anche e soprattutto grazie ad Antonia che ha fatto tutto, ecco quello che faremo:
Farò un po' di modifiche al corso già tenuto in un po' di posti, per tenere conto dello scopo e del pubblico atteso.
Inoltre la presentazione si concluderà con un piccolo esame che i partecipanti dovranno superare per ottenere i punti che valgono come aggiornamento.
Sapete la cosa che mi ha fatto veramente piacere ? Poche ore dopo che l'annuncio era stato pubblicato il corso era già esaurito, prova dell'interesse che questi materiali, ancora nuovi per certi versi, suscitano negli utilizzatori di materiali più classici.
Vi racconterò come andrà, poi ovviamente il materiale verrà pubblicato su Youtube e sugli altri sistemi che utilizza Polirecnici per diffondere la cultura delle materie plastiche, seguendo la filosofia che maggiore conoscenza è positiva per tutti.
Alla prossima

sabato 15 febbraio 2014

Biglietti da visita

Si, lo so, sembra un tema banale, e probabilmente lo è.
In sostanza abbiamo finito i primi 1000 biglietti da visita (questo può dare un'idea di quanto ci muoviamo...) e al momento di rifarli avevamo la possibilità di fare come fanno tutti: semplicemente riordinarli uguali !
Invece noi no: sapete il retro dei biglietti da visita, quello che tutti utilizziamo per scriverci la spesa da fare ?
Beh, noi abbiamo deciso di sfruttarlo, indicando quali materiali sono disponibili in quale forma, e sono venuti fuori due biglietti da visita (uno generale, uno mio personale), che hanno questa facciata:


Ma soprattutto hanno questo retro:


In questo modo chi non sa quali materiali esistono ha subito a disposizione un'idea.
Prossimamente ci mettiamo anche sotto con le schede di lavorazione, con le tabelle di resistenza chimica e con le nomenclature dei prodotti, tutto per rendere più facile ai nostri clienti l'utilizzo e la scelta dei nostri prodotti.
Morale, anche una cosa piccola come i biglietti da visita può essere fatta bene, e il costo non esiste, basta l'immaginazione e le idee !


sabato 8 febbraio 2014

Orario di lavoro

Eccoci qui ancora !
Come dicevo, il lavoro sta aumentando ancora e questo comporta dei "colli di bottiglia" che potenzialmente possono mettere in pericolo il nostro servizio che funziona così bene: ordine entro le 12, spedizione in giornata.
Siccome questo è uno degli aspetti che ci differenzia dalla concorrenza e ci fa uscire dalla massa, bisogna fare di tutto per mantenerlo nei limiti del possibile.
Un aspetto è programmare bene gli ordini che entrano, per per fare meglio questo adesso abbiamo un quaderno mensile con i giorni, ciò non toglie che per esempio lunedì prossimo sarà un delirio: molte cose da spedire e probabilmente un po' di ordini urgenti che si sommeranno.
Morale, come si risolve il problema ?
Una possibilità semplice sarebbe assumere un'altra persona, ma questo non risolverebbe il problema di limitazione sui macchinari.
Per questi motivi abbiamo pensato ad una cosa del genere: due persone, ma sfalsate sia sull'orario di lavoro che di pausa, in questo modo la macchina viene utilizzata molto, molto meglio.
Questo è il programma di massima, cosa ne pensate ?
A presto, e ricordate: mai fare le cose come le fanno tutti, altrimenti avrete i risultati di tutti...

domenica 26 gennaio 2014

Venerdì abbiamo risolto un problema

Giovedì ho ricevuto una telefonata un po' dispoerata da parte di un mio amico:
In una trasmissione per trattori abbastanza innovativa un pezzo non funziona !
Il problema è che martedì viene un grosso cliente (un produttore di trattori) e bidogna fargli vedere la trasmissione funzionante.
I progettisti avevano previsto un materiale che poi non si è rivelato adatto allo scopo.
Morale:
- abbiamo identificato il materiale corretto
- abbiamo specificato un paio di accorgimenti di produzione in modo che i pezzi funzionassero meglio
- abbiamo trovato un trasformatore che nel giro di 4 ore ha realizzato i pezzi
Il risultato è che il cliente ha ordinato i pezzi alle ore 10, e alle 18 li aveva in mano, per realizzare tutti i test necessari.
Noi non facciamo e non vogliamo fare pezzi lavorati, il che ci permette di fare questi miracoli.

E martedì il cliente vedrà un trattore funzionante !

domenica 19 gennaio 2014

Dopo un anno...

Adesso, dopo un anno di esistenza, abbiamo quasi finito le brochure.
Cogliamo l'occasione per aggiornarne i contenuti:
Abbiamo alcuni nuovi prodotti e soprattutto ne abbiamo molti di più a magazzino !
Un anno di molti prodotti avevamo a magazzino solo le misure principali, adesso abbiamo molto, molto di più.
In magazzino abbiamo circa 180 tonnellate, divise su 1320 articoli, anche se a sistema abbiamo definito  bel 18.700 articoli.  Per ognuno di questi abbiamo tempi di consegna, costi, alternative ecc.

Ecco qui il nuovo programma di consegna per il 2014:
Inoltre per alcuni prodotti abbiamo definito e prodotto nuove dimensioni.
Per fare solo alcuni esempi:
PE in spessore 45 - 55 - 65 - 75 - 85 - 95 e PSU in diametro 110 e 250, come abbiamo spiegato nella nostra ultima newsletter, che per alcuni destinatari viene spedita oggi pomeriggio alle 16.

Per concludere...si procede, e bene !  A presto.

domenica 5 gennaio 2014

Lavori da fare "in vacanza"

Ciao a tutti,
ci sono alcuni lavori che vanno fatti quando l'azienda è ferma, per partire al meglio quando si riapre:
Noi in particolare abbiamo fatto:
- Inventario dettagliato e salvato a sistema, questa volta ci abbiamo messo molto meno del passato e con l'introduzione dei codici a barre sarà ancora meglio.
- Manutenzione alla pialla: le lame erano da sostituire e da affilare e non era un lavoro fattibile durante le settimane lavorative.
- Pulizia generale del magazzino...ci voleva e le persone che ci fanno le pulizie anche negli uffici hanno fatto un ottimo lavoro.
- Oltre a questo, abbiamo fatto un paio di progetti sia dal punto di vista della comunicazione che della progettazione vera e propria, domani spero proprio di fare uscire la nuova newsletter.

Inoltre bisogna essere pronti, visto che a gennaio io mi aspetto proprio una bella ripartenza dell'economia.
A presto !

mercoledì 1 gennaio 2014

Prima candelina

Sembra incredibile, ma tra pochi giorni festeggeremo il primo anno di esistenza di Politecnici !

Abbiamo fatto tante cose, alcune sono state descritte in questo Blog, altre non completamente per ovvi motivi.
In ogni caso dire che siamo soddisfatti è poco: abbiamo superato ampiamente tutti gli obiettivi che ci eravamo posti, mantenendo alcuni punti fermi:
- Serietà
- Correttezza
- Professionalità
E tutto questo paga, e si vede.
Abbiamo fatturato ben più di quanto ci aspettassimo, abbiamo molti più clienti di quanto avevamo previsto, e i conti, sia dal punto di vista della cassa che della profittabilità, tornano bene.
Ci sono ancora molte, molte cose da fare, dal punto di vista della velocità e organizzazione interna, ma devo dire che le premesse ci sono tutte, e sono ottime.
Ah, dimenticavo, apriamo oggi con già ordini "in pancia" per parecchie settimane, il che ci permette di lavorare bene e con la dovuta programmazione.
A presto, continueremo da queste pagine a descrivere le cose che succedono anche durante il 2014.
Buon anno !